Deputato
al Parlamento Europeo
Legislatura 2009-2014
Gruppo PPE
Delegazione Forza Italia

 

up_homepage

up_contatti

up_curriculum

up_europanews

up_ospiti

 

Per visualizzare la pagina dell’On. Paolo Bartolozzi al Parlamento Europeo

Clicca su questa foto

Nella sezione “Attività parlamentari” troverai l’attività svolta dall’eurodeputato

_______________________________________________________________________________________________

  Giovedì 28 novembre 2013 Bruxelles: 12a Commissione UE-Kazakistan  Lo scorso 28 novembre 2013 la Delegazione di eurodeputati membri della Delegazione per i rapporti con l'Asia centrale, presieduta dall’On. Paolo Bartolozzi, ha accolto a Bruxelles una Delegazione di deputati provenienti dal parlamento kazako, in missione al Parlamento europeo per i lavori della 12ª Commissione di Cooperazione Parlamentare UE-Kazakistan. L’intensa sessione di lavori ha visto i membri di questo tavolo di lavoro discutere insieme dei principali temi alla base delle relazioni bilaterali tra l’Unione europea e il Kazakhstan. Le due delegazioni hanno discusso apertamente dello stato di avanzamento dei negoziati per un nuovo accordo di cooperazione e partenariato e hanno approfondito tematiche di grande interesse: dalle relazioni economiche, alla situazione dei diritti umani e della democrazia, alle questioni commerciali, fino a quelle culturali e sociali.

Di grande interesse anche il dibattito sulle nuove prospettive di sicurezza che vedranno coinvolto il Kazakistan e la regione tutta in occasione del prossimo ritiro delle forze NATO dall’Afghanistan nel 2014. Questo incontro, di dialogo e confronto, ha ancora una volta permesso alle due delegazioni al lavoro di segnare un passo avanti nell’azione di monitoraggio ed approfondimento dei rapporti che legano l’Unione europea a questo importante paese della regione centro asiatica.

  Lunedì 28-Mercoledì 30 ottobre 2013 – 10a Commissione UE-Uzbekistan  Dal 28 al 30 ottobre 2013 una delegazione di parlamentari europei, membri della Delegazione parlamentare per i rapporti con l'Asia centrale, si è recata in Uzbekistan in occasione dei lavori della decima Commissione di Cooperazione Parlamentare Ue-Uzbekistan. Nei tre giorni di missione la delegazione europea, guidata dall'On. Paolo Bartolozzi, ha incontrato i rappresentanti parlamentari uzbeki e le autorità locali, ha concluso una serie di incontri con i rappresentanti della società civile ed economica e preso parte a meeting con la rappresentanza diplomatica europea presente in Uzbekistan.

Questi incontri hanno permesso ai deputati europei, a tre anni dall'ultima visita nel paese, di approfondire l’evolversi di molti degli aspetti che sono i punti fermi del dibattito bilaterale tra l’UE e l’Uzbekistan e di avere un punto di vista aggiornato della situazione interna e regionale, soprattutto in termini di stabilità e presenza strategica. La missione, l'ultima di questa legislatura, ha ancora una volta contribuito al rafforzamento di quel dialogo cooperativo che da anni è alla base dei rapporti tra l’Unione Europea e questo importante paese dell'Asia centrale.

  Domenica 7 luglio 2013 – 3a Commissione UE-Tagikistan  Il 7 luglio scorso, al Parlamento Europeo, ha avuto luogo la terza Commissione di Cooperazione parlamentare fra UE e Repubblica del Tagikistan. L'On. Paolo Bartolozzi, Presidente della Delegazione parlamentare per le relazioni con i Paesi dell'Asia Centrale, ha accolto, insieme agli altri membri della delegazione, i rappresentanti del Parlamento Tagiko. L'incontro si è rivelato una positiva occasione di dialogo e scambio di opinioni. Sono stati discussi molti aspetti relativi al progresso dei rapporti di cooperazione tra l'UE e il paese dell'Asia Centrale e le questioni legate alla stabilità interna e regionale.

Il clima di dialogo aperto ha permesso di affrontare in maniera costruttiva il dibattito sulle sfide sociali, economiche e politiche che il paese dovrà continuare ad affrontare, anche in previsione della solidità e della stabilità che il Tagikistan e la regione tutta dovranno continuare a garantire a sulla scena internazionale. L'incontro è stato un'occasione di sincera collaborazione, essenziale all'ulteriore accrescimento del livello delle relazioni bilaterali.

  Lunedì 24 giugno 2013 – 9a Commissione UE-Kirghizistan presieduta dall’On. Bartolozzi  Lunedì 24 Giugno 2013, in occasione della 9a Commissione di Cooperazione Parlamentare UE - Repubblica del Kirghizistan, i Deputati europei, membri della Delegazione parlamentare per le relazioni con i Paesi dell'Asia centrale presieduta dall'On. Paolo Bartolozzi, hanno accolto a Bruxelles i rappresentanti del Parlamento Kirghiso. I lavori si sono svolti in un clima di dialogo e collaborazione e hanno permesso ai rappresentanti istituzionali di entrambe le parti di discutere apertamente di molti aspetti che contraddistinguono i rapporti con questo importante paese dell'Asia centrale.

Questa è stata, infatti, l'occasione per discutere del cammino già intrapreso dal Paese verso la democratizzazione e l'affermazione dello stato di diritto, così come delle molte sfide sociali ed economiche che ancora si trova a dover affrontare, delle questioni interetniche e delle problematiche ambientali su scala regionale.

La riunione è stata poi l'occasione per riconoscere nuovamente il buono stato dei rapporti di cooperazione che fino dal 1991 caratterizzano le relazioni tra l'Unione Europea e il Kirghizistan.

  Giovedì 9 maggio 2013 – BIOECONOMIA, Paolo Bartolozzi relatore al seminario
organizzato dalla Fondazione Arare

Contatti: FONDAZIONE ARARE - Piazza Cavour, 19 00193 Roma

Tel. 06-36096060 - Fax 06-36096065 - segreteria@fondazionearare.it

UFFICIO STAMPA: Florence Press Srl - Beatrice Torrini - Tel. 347-1947343 - beatorrini@gmail.com

  Giovedì 19 febbraio 2013 - 9a Riunione Interparlamentare UE-Mongolia - Bartolozzi presiede la delegazione del Parlamento Europeo  UE-MONGOLIA_004_ridimensionataIl 19 Febbraio 2013, a Bruxelles, la Delegazione Parlamentare per le relazioni con i Paesi dell’Asia centrale, presieduta dall’On. Paolo Bartolozzi, ha ospitato una delegazione di rappresentanti del Parlamento della Mongolia, in occasione dei lavori della nona riunione interparlamentare UE-Mongolia.

La giornata di incontri ha permesso ai partecipanti di approfondire molti aspetti delle relazioni che da anni legano l’Europa alla Mongolia.

Tra questi, gli sviluppi politici della Repubblica di Mongolia, la cooperazione economica e politica, la difesa della democrazia e dei diritti umani, le tematiche di natura ambientale e sociale e le questioni regionali ed internazionali. l lavori hanno dato un’ulteriore spinta a relazioni già improntate al dialogo costruttivo e da sempre basate su valori condivisi e sull’impegno comune per la democrazia.

La Mongolia, infatti, nel panorama internazionale può essere considerata un faro guida per le nazioni considerate “democrazie emergenti”. Le riunioni hanno anche permesso ai parlamentari europei di auspicare che le attuali relazioni vengano rafforzate dalla firma dell’Accordo di Partenariato e Cooperazione UE-Mongolia. L’Accordo, oltre a funzionare da volano per lo sviluppo economico e politico, potrà altresì essere il fulcro nel quale si perfezioneranno tutte le potenzialità offerte dai partner coinvolti, accrescendo reciprocamente le economie e il benessere delle nazioni.

  Giovedì 14 febbraio 2013 - Bartolozzi alla Conferenza di Dublino, la bioeconomia nell’UE Dublino_01 Si è conclusa giovedì 14 febbraio 2013 a Dublino (Irlanda) la conferenza, organizzata dalla Presidenza irlandese insieme alla Commissione Europea, dal titolo “Conferenza degli stakeholders 2013. Giornate sulla bioeconomia: la bioeconomia nell’Ue, risultati e indirizzi per il futuro”. Due giorni di dibattiti e interventi che hanno riunito esponenti del mondo accademico, istituzionale ed economico, con lo scopo di valutare i risultati raggiunti e gli obiettivi per il futuro.

In rappresentanza del Parlamento Europeo l’On. Paolo Bartolozzi, che è intervenuto nel panel d’apertura insieme al Commissario per la Ricerca, l’Innovazione e la Scienza, Marie Geoghegan-Quinn, e al Ministro irlandese dell’Agricoltura, Alimentazione e Affari Marittimi, Simon Coveney.

“La bioeconomia -  ha affermato Bartolozzi - può essere oggi la risposta alla Dublino_04dipendenza dai combustibili fossili e la strada da intraprendere verso una crescita intelligente. La bioeconomia può essere, con un occhio al domani, anche la risposta alla sicurezza alimentare, alla riduzione dell’impatto ambientale, al riciclaggio di rifiuti, all’uso sostenibile ed efficiente delle risorse e all’incremento dell’occupazione”.

“Sostenere e investire in questo settore - ha proseguito Bartolozzi - significa anche sostenere lo sviluppo economico e sociale, con un ritorno in termini occupazionali molto alto. Significa anche mettere a punto un nuovo modello di sviluppo in grado non solo di risolvere le criticità contingenti ma, sul più lungo periodo, di avviare schemi di produzione, consumo e stili di vita più sostenibili e soprattutto di riattivare il processo di crescita e di industrializzazione europea”.

I lavori di Dublino si sono conclusi anche con l’auspicio che l’Ue, dispiegando tutto il potenziale della bioeconomia, possa arrivare a rappresentare un’avanguardia a livello globale per questo settore. Ruolo che ad oggi l’Europa dimostra di potere rivestire grazie alle molte realtà esistenti e già attive in questo campo, alle quali, per quanto riguarda l’Italia, ha fatto riferimento l’On. Bartolozzi nella conferenza stampa a lato del panel, rispondendo alle domande di alcuni giornalisti dell’Irish Times.

  Lunedì 29 - Mercoledì 31 Ottobre 2012 - Bartolozzi presiede la Delegazione Parlamentare europea in Kazakistan  Dal 29 al 31 Ottobre 2012 alcuni deputati europei, facenti parte della Delegazione Parlamentare per le relazioni tra l’Unione Europea e l’Asia Centrale, si sono recati in missione ad Astana ed Almaty, in occasione dei lavori dell’11ª Commissione di Cooperazione Parlamentare UE-Kazakistan. La delegazione parlamentare, presieduta dall’On. Paolo Bartolozzi, in occasione degli incontri istituzionali ed interparlamentari, ha avuto occasione di esaminare gli sviluppi politici, sociali ed economici registrati dal Kazakistan dopo l'ultimo viaggio intrapreso nel 2011.Tra i principali temi discussi, le relazioni commerciali ed economiche, il rispetto dei diritti umani, la cooperazione nella lotta al terrorismo e al crimine organizzato, il processo di democratizzazione e gli sviluppi costituzionali.La delegazione di eurodeputati ha inoltre incontrato i rappresentanti delle missioni diplomatiche, le organizzazioni internazionali e i rappresentanti della società civile e commerciale e, grazie anche a questi incontri, ha avuto modo di raccogliere informazioni dettagliate sulla situazione attuale del paese. Questi incontri hanno confermato l'importanza di un’aperta e fruttuosa cooperazione tra l’Unione Europea e il Kazakistan. Una collaborazione che va fondata sul dialogo, l'impegno reciproco e la condivisione di valori democratici comuni. Ecco alcune immagini degli incontri:

  Giovedì 6 Settembre 2012 - L’On. Paolo Bartolozzial Bureau del PPE di Firenze  Da giovedì 6 settembre, per tre giorni, si è riunito a Firenze, nel salone dei congressi dell'Hotel Baglioni e all'Istituto Universitario Europeo di S.Domenico di Fiesole, il Bureau del Partito Popolare Europeo. All'ordine del giorno temi cruciali quali la salvaguardia dell'euro e le strategie per la crescita. All'evento hanno partecipato leader, capi di stato e rappresentanti istituzionali europei.Leggi la presentazione dell’incontro su Toscana Oggi:

Il Partito Popolare Europeo e le Chiese contro la crisi

Tra i nomi più illustri il premier italiano Mario Monti, il presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso, il vicepresidente della Commissione Europea, Antonio Tajani, il presidente del Consiglio Europeo, Herman Van Rompuy, il presidente del Gruppo del Partito Popolare Europeo, Joseph Daul, e il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Lorenzo Ornaghi.

Rassegna stampa del Bureau

Tra i panel di discussione anche quello avente per oggetto “La crescita economica e la difesa dell’economia sociale di mercato”, nel quale è intervenuto l'On. Paolo Bartolozzi.

Leggi l’intervento di Bartolozzi

Nella prima foto, da sinistra, l’On. Paolo Partolozzi, deputato al Parlamento Europeo, Janusz Lewandowski, commissario europeo responsabile per la Programmazione Finanziaria e Bilancio, e Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Europea e responsabile per l'Industria e l'Imprenditoria. Nella seconda foto l’On. Paolo Bartolozzi, Janusz Lewandowski, Antonio Tajani, Herman Van Rompuy, presidente del Consiglio Europeo e Enikő Győri, segretario di stato resposabile per gli Affari europei della Repubblica di Ungheria presso il Ministero degli Affari Esteri.

   

  Lunedì 9 - Martedì 10 Luglio 2012 - Bartolozzi presiede a Bruxelles la 9a Commissione UE-Uzbekistan.

Gli scorsi 9 e 10 Luglio, a Bruxelles, si è svolta la nona Commissione di Cooperazione Parlamentare Ue-Uzbekistan. Una Delegazione di parlamentari provenienti da Tashkent ha incontrato i deputati europei membri della Delegazione Parlamentare per le relazioni tra l’Unione Europea e l’Asia Centrale, presieduta dall'On. Paolo Bartolozzi. Nella due giorni di incontri sono stati approfonditi molti temi di grande interesse, fra cui le relazioni economiche e finanziarie, la lotta al terrorismo e alla criminalità organizzata, le questioni ambientali e di democratizzazione. Il lavoro svolto durante gli incontri ha permesso di ottenere positivi risultati, spronando tutti a proseguire verso una più forte integrazione economica, politica e sociale con l'Uzbekistan. I deputati europei hanno ribadito il loro sostegno a tutte quelle azioni che, attraverso il dialogo e l’impegno concreto, garantiranno stabilità al paese e alla regione intera. I deputati europei hanno inoltre sottolineato l'importanza di portare avanti tutte quelle iniziative che permetteranno un reale progresso economico, ma anche sociale e morale del paese, auspicando inoltre che i buoni progressi ottenuti nel corso degli incontri possano servire come base per stabilire rapporti di cooperazione ancora più forti con l'Uzbekistan.

 

  Giovedi 3 - Sabato 5 Maggio 2012 - Bartolozzi guida la 2a Commissionedi Cooperazione UE-Tagikistan. Dal 3 al 5 maggio si è tenuta in Tagikistan la seconda Commissione di Cooperazione Parlamentare Ue-Tagikistan. Una delegazione di deputati europei, membri della Delegazione Parlamentare per le relazioni tra l’Unione Europea e l’Asia Centrale, si recata in visita a Dusanbe dove ha incontrato i rappresentanti parlamentari tagiki e le autorità locali, concludendo una serie di incontri che hanno permesso di approfondire i tradizionali legami che già legano l'Unione Europea al Tagikistan ed ugualmente di creare una genuina dimensione parlamentare che si aggiunge al sistema di relazioni politiche ed economiche già positivamente introdotte dall'Accordo di partenariato e cooperazione.La Delegazione, guidata dall’On. Paolo Bartolozzi, ha avuto modo di approfondire numerose tematiche, affrontando dibattiti su temi particolarmente delicati. I deputati europei hanno espresso in questa occasione il loro pieno supporto a tutte quelle iniziative che mirano a sviluppare le comunicazioni interne del paese e a renderlo pienamente autosufficiente, così come tutti quegli accordi regionali di grande portata in grado di assicurare pieni obiettivi di stabilità. La delegazione ha quindi potuto approfondire la propria conoscenza della realtà tagika e rendersi conto di quanto sia appunto importante, per il paese ma anche per l'intera regione, che la stabilità centro-asiatica sia sempre incentivata e difesa e che i rapporti di cooperazione con l'Unione europea siano garantiti.

  Venerdì 20/4/2012 - Europa, Toscana, Politica, incontro con gli amministratori della Toscana e gli eletti dell’area moderata

SHERATON 20-04-2012 006Grande partecipazione all’incontro-dibattito organizzato dall’On. Paolo Bartolozzi all’Hotel Sheraton di Firenze. In rappresentanza di tutte le province toscane hanno aderito circa 300 amministratori locali ed eletti del PDL e dell’area moderata. Erano presenti anche assessori e sindaci di alcuni comuni governati dal centrodestra, fra cui Gaddo Lucio Gaddi, sindaco di Castelnuovo Garfagnana, Goffredo Borchi, vicesindaco di Prato, con l’Assessore Dott.ssa Rita Pieri, oltre agli assessori dei comuni di Pratovecchio, Pescia, Montale e molti altri. La discussione è stata animata dall’On. Paolo Bartolozzi e dall’On Francesco Fiori, già Vicepresidente del Gruppo PPE e attuale capo segreteria del nuovo Presidente di Confindustria. SHERATON 20-04-2012 025Durante la serata Bartolozzi e Fiori hanno illustrato la riforma del Settimo Programma Quadro dei fondi strutturali europei previsti per il 2014/2020, misure che l’UE sta vagliando con l’obiettivo di destinare risorse allo sviluppo e alla crescita dell’area euro e in modo particolare per le piccole e medie imprese. E’ stata poi illustrata la riforma della Politica Agricola Comune (PAC).

SHERATON 20-04-2012 052Infine Bartolozzi e Fiori hanno messo a fuoco gli obiettivi strategici di Europa 2020, in particolare il rafforzamento e lo sviluppo tecnologico con particolare riguardo all’ammodernamento delle strutture per il trasporto energetico, investimento che ridurrà la dispersione di energia dal 18% all’11%. Fra gli obiettivi strategici anche il potenziamento della digitalizzazione del territorio e il miglioramento all’accesso alle tecnologie di comunicazione e informazione, il rafforzamento e la competitività delle piccole e medie imprese, la promozione dell’occupazione e dell’inclusione sociale, la promozione dell’adattamento ai cambiamenti climatici e alla prevenzione e gestione dei rischi ad essi collegati.

Durante l’analisi dell’attuale situazione politica nazionale, che ha occupato la seconda parte dell’incontro, La Nazione, 23-4-2012ha preso forma ed è stato approvato un importante documento, che nei prossimi giorni sarà recapitato al Segretario Nazionale del PDL, Angelino Alfano (vedi a lato La Nazione del 23/4/2012). In questo documento, che riportiamo integralmente nella home page, 300 amministatori ed eletti di tutta la Toscana hanno rivolto un pressante appello alle alte cariche del partito chiedendo una reale gesto di discontinuità politica da parte del PDL e di tutta la classe parlamentare moderata, a cominciare dal ridimensionamento dei contributi per le spese elettorali.

Si è anche chiesto il ridimensionamento reale del numero dei parlamentari e dei costi per il funzionamento delle Istituzioni. Si è chiesto inoltre di porre fine a questo bicameralismo forzato, che allunga i tempi dei processi legislativi e impedisce l’approvazione in tempi brevi delle leggi e delle riforme strutturali indispensabili per il Paese. Il tutto senza prescindere da una vera e seria riformulazione della legge elettorale, che dia all’elettore l’effettiva possibilità di scegliere, a tutti i livelli, i propri rappresentanti.

DOCUMENTO DEGLI ELETTI E DEGLI AMMINISTRATORI TOSCANI

DEL POPOLO DELLA LIBERTA’ E DELL’AREA MODERATA

Le vicende politiche ed economiche che stanno coinvolgendo il Paese e il conseguente disorientamento dell’elettorato richiedono un urgente intervento ed un forte segnale di discontinuità da parte dei partiti. A cominciare dal ridimensionamento dei contributi per le spese elettorali, i quali devono essere proporzionati alle effettive spese sostenute per l’attività politica. Analogamente deve avvenire il ridimensionamento reale del numero dei parlamentari e del costo di funzionamento delle Istituzioni. Inoltre si deve porre fine a questo bicameralismo forzato, il quale allunga i tempi dei procedimenti legislativi e impedisce l’approvazione in tempi brevi delle leggi e delle riforme strutturali indispensabili per il Paese. Il tutto non può prescindere da una vera e seria riformulazione della legge elettorale, che dia all’elettore l’effettiva possibilità di scegliere, a tutti i livelli, i propri rappresentanti.L’area moderata, per i valori e le politiche che rappresenta, deve ripensare il proprio ruolo, rifondarsi secondo gli schemi del PPE per una nuova politica basata sull’interesse generale del bene comune, sui problemi del territorio e favorendo la razionalizzazione della spesa pubblica che garantisca una crescita economica capace di offrire speranze alle future generazioni.L’attuale contingenza economica richiede da parte delle forze politiche la formulazione di serie misure di intervento che incrementino il mercato del lavoro, la crescita e la ricchezza pro-capite. Tutti gli apparati dello Stato, tutte le amministrazioni generali e locali, e i loro amministratori, devono operare in modo drastico per il superamento delle burocrazie, favorendo crescita e sviluppo, dando vita a posti di lavoro e soprattutto favorendo la realizzazione di infrastrutture. Troppo spesso interessi localistici e particolarismi politici hanno posto il freno ad interventi strutturali o ad iniziative economico-produttive che, con poca complessità, avrebbero portato ai nostri territori occupazione e incremento del PIL.Solo così la politica e i partiti possono contrastare il preoccupante dilagare dell’”antipolitica” e riuscire a far riprendere un cammino di crescita e sviluppo al nostro Paese. Se ciò non avverrà gli attuali partiti saranno spazzati via, con la conseguente configurazione di futuri scenari politici di difficile prevedibilità.

  Lunedì 20-Giovedì 23/2/2012 - Dal 20 al 23 febbraio una delegazione di deputati europei, membri della Delegazione Parlamentare per le relazioni tra l’Unione Europea e l’Asia Centrale, si è recata in missione in Kirghizistan, in occasione dei lavori dell’8ª Commissione di Cooperazione Parlamentare UE- Kirghizistan. La missione si è rivelata molto intensa e fruttuosa. I Deputati hanno incontrato i rappresentanti delle missioni diplomatiche, le organizzazioni internazionali e i rappresentanti della società civile e commerciale ed hanno avuto modo di raccogliere informazioni dettagliate sull’attuale situazione politica ed economica del Paese. L’incontro interparlamentare, presieduto dall’On. Paolo Bartolozzi e svoltosi tra i deputati europei e quelli del parlamento kirghiso, si è rivelato un’importante occasione di dibattito e scambio di opinioni. Tra i temi approfonditi gli sviluppi politici ed economici del paese, i progressi del processo di democratizzazione, gli sviluppi costituzionali, il pluralismo politico, la difesa dei diritti umani, il rispetto delle minoranze e la lotta al terrorismo e al crimine organizzato. Durante tutti gli incontri è stata ribadita l’importanza di una forte cooperazione tra l’Unione Europea e la Repubblica del Kirghizistan quale piattaforma per una sempre più fruttuosa cooperazione bilaterale e multilaterale basata sul dialogo, l’impegno e la condivisione di valori democratici comuni. Ecco alcune immagini degli incontri:

  Luglio-Agosto 2011 - Un nuovo umanesimo per vincere le grandi sfide della globalizzazione.
Bartolozzi intervistato da “Traguardi sociali”, organo dell’MCL.
Per leggere l’intervista
Clicca qui

  Martedì 24/5/2011

Le relazioni tra UE e Mongolia cresconoIl 24 maggio 2011, il Presidente della Mongolia, Elbegdorj Tsakhia, ha ricevuto una delegazione del Parlamento europeo guidata da Paolo Bartolozzi, capo del gruppo del Parlamento europeo per l'Asia centrale e la Mongolia. Il presidente Elbedgorj, dopo aver espresso al sua gratitudine all’Ue per il sostegno costante a favore dello sviluppo della democrazia mongola, ha dichiarato che la conclusione dell’accordo di cooperazione tra Ue e Mongolia non solo porterà la cooperazione bilaterale ad un nuovo livello, aprendo nuove strade di collaborazione, ma fornirà, inoltre, un quadro giuridico dettagliato.
L'On. Bartolozzi ha espresso apprezzamento al Presidente della Mongolia per la sua calorosa accoglienza e si è dichiarato fiducioso circa il partenariato di cooperazione tra l'Unione Europea e la Mongolia che si concluderà entro l’anno. Bartolozzi ha ricordato che l’UE continuerà ad assistere e cooperare con la Mongolia in futuro.“La Mongolia e l'UE sono collegate dallo spirito della democrazia, dei valori comuni e di impegno per la pace e la stabilità nel mondo e, negli ultimi 20 anni, hanno portato avanti relazioni forti di cooperazione”, ha detto il presidente Elbegdorj.

  Domenica 24/4/2011 - Gli eurodeputati del PPE vincono la battaglia alla Corte Europea dei Diritti Umani: ribaltata l’originaria sentenza del 2009, che ne vietava l’esposizione nei luoghi pubblici.
Bartolozzi: «Crocifisso salvato, è simbolo laico delle tradizioni e della cultura europea».
Leggi l’articolo sul
Giornale della Toscana.

  Martedì 26-Giovedì 28/10/2010 - Dal 26 al 28 Ottobre 2010 si è tenuta a Tashkent l'8a Commissione di Cooperazione Parlamentare (CP) Ue-Uzbekistan. La delegazione UE, presieduta dall'On. Paolo Bartolozzi e composta da 11 membri del Parlamento Europeo, ha discusso e scambiato opinioni con quella dell'Uzbekistan, composta da dieci membri. Durante i giorni a Tashkent la delegazione del Parlamento Europeo ha avuto occasione di incontrare numerosi esponenti istituzionali uzbeki, tra i quali il Ministro degli Affari Esteri e il Difensore Civico. Tra gli altri incontri, quello con le ONG e con i rappresentanti delle imprese europee. e sessioni di lavoro della Commissione di Cooperazione Parlamentare (CCP) si sono rivelate importanti occasioni di confronto che hanno contribuito a rafforzare le relazioni e il dialogo tra l'Uzbekistan e l'Unione europea. L'intensa agenda della CCP ha garantito un aperto scambio di opinioni su numerosi temi. Tra i principali, gli sviluppi politici in Uzbekistan e nell'UE; i diritti umani; le relazioni UE-Uzbekistan nell'ambito dell'accordo di partenariato e cooperazione; la situazione della sicurezza; la cooperazione regionale in Asia Centrale; la lotta al terrorismo; le criminalità organizzate e le tematiche ambientali ed energetiche. Ecco alcune foto dell’evento:

  Settembre 2010
Iniziativa legislativa per tutelare e salvaguardarei patrimoni UNESCO europei

 Sono 890 i siti inclusi nella lista dei patrimoni dell’umanità censiti dall’UNESCO, presenti in 148 nazioni. La Commissione per il Patrimonio Mondiale considera che questi siti abbiano un valore universale. La lista include 689 siti di carattere culturale, 176 di carattere naturale e 25 che presentano caratteristiche miste. L’Italia detiene il primato con ben 45 siti e, fra questi, 6 si trovano in Toscana. Si tratta di luoghi, opere e paesaggi con caratteristiche di eccezionale importanza dal punto di vista culturale, artistico e naturale.Lo scorso settembre, nell’interesse del patrimonio italiano ed europeo, ho promosso al Parlamento Europeo, insieme ad altri tre deputati (Leonardo Domenici, Niccolò Rinaldi, Helga Trupel), una Dichiarazione con la quale chiediamo alla Commissione che i siti UNESCO europei, sintesi delle identità culturali, ambientali e tradizionali degli Stati membri, nonché modelli di promozione dello sviluppo territoriale, turistico e culturale, siano oggetto di iniziative concrete di sostegno finanziario ed investimento volte alla loro salvaguardia e tutela. Un’iniziativa che vuole sensibilizzare la Commissione europea ad intraprendere iniziative che valorizzino e tutelino luoghi come il Centro Storico di Firenze, Piazza del Duomo di Pisa, il Centro Storico di San Gimignano, il Centro Storico di Siena e la Val D’Orcia in Toscana; il Centro Storico di Urbino nelle Marche; la Basilica di San Francesco e gli altri siti francescani ad Assisi in Umbria; il Centro Storico di Roma, la Necropoli Etrusca di Cerveteri e Tarquinia, Villa Adriana e Villa d’Este nel Lazio e gli altri siti europei dichiarati patrimonio dell’umanità. Necessitano tutti di continui stanziamenti per la propria conservazione e di azioni rivolte alla loro promozione turistica e culturale, per essere fruiti realmente dell’intera comunità mondiale.Sabato 6 novembre tutto il mondo ha appreso la desolante notizia del crollo della “Domus dei Gladiatori” all’interno degli scavi di Pompei, anch’essi censiti come patrimonio dell’umanità UNESCO. Si tratta di una perdita gravissima che cancella una testimonianza di storia millenaria appartenente alla cultura italiana e mondiale. Disastri simili non si devono più ripetere, la tutela dei patrimoni artistici e storici nei quali si fondano le radici del nostro presente non può essere affidata unicamente ad un singolo Stato. La rilevanza di portata mondiale che queste opere detengono non può rischiare di essere trascurata, persa o deteriorata per mancanza di risorse economiche.Il periodo di crisi finanziaria che i paesi occidentali, tra cui l’Italia, stanno attraversando, richiede una presa di responsabilità da parte dell’UE per indirizzare le risorse proprio in quei settori dove gli Stati membri sono costretti a ridurre gli stanziamenti. La dichiarazione presentata, già prima del disastro di Pompei, trova le sue motivazioni nella constatazione che i nostri siti “Patrimonio dell’Umanità” presentano per gran parte segnali di degrado, che mettono a rischio la loro conservazione. Questi segnali, con il coinvolgimento comunitario, eviterebbero di essere trascurati.La Dichiarazione sarà sottoposta alla firma degli eurodeputati fino al prossimo 20 dicembre 2010. Se alla scadenza di tale termine il testo avrà raccolto le firme della maggioranza dei deputati che compongono il Parlamento Europeo, il Presidente dichiarerà il testo approvato e, a conclusione della procedura, lo trasmetterà al Consiglio, alla Commissione e ai parlamentari degli Stati membri.Un’ampia adesione al testo della Dichiarazione scritta sarebbe quindi un importante segnale nella direzione di voler preservare la ricchezza artistica, culturale e ambientale dell’Italia e dell’intera Comunità europea.
On. Paolo Bartolozzi

  Giugno 2010 - Sulla chiusura a Terni della Lyondell Basell i Deputati italiani del PPE interrogano la Commissione Europea. A febbraio 2010 la multinazionale americana Lyondell Basell, con quattro sedi in Italia, ha annunciato ufficialmente l’avvio di un piano di ristrutturazione volto al ridimensionamento aziendale ed è stata annunciata la chiusura entro la fine dell'anno dell'impianto chimico di Terni. Sulla vicenda, che mette in pericolo circa 1.000 posti di lavoro nel polo chimico di Terni, i Deputati italiani del PPE, fra cui Paolo Bartolozzi, hanno rivolto un’interrogazione alla Commissione Europea.
Leggi il testo dell’interrogazione e la risposta della Commissione:

Interrogazione                       Risposta

  Martedì 25-Venerdì 28/5/2010 - Si è svolta in questi giorni la 9a Commissione di Cooperazione Parlamentare UE-Kazakistan. La Delegazione interparlamentare UE-Asia Centrale, Presieduta dall’On. Paolo Bartolozzi, ha iniziato la visita ufficiale ad Astana, la capitale, dove nel pomeriggio si è aperta ufficialmente la prima sessione dei lavori. Sempre nella capitale ha avuto luogo la seconda sessione, poi i lavori sono proseguiti giovedì e venerdì ad Almaty, che fu capitale del Kazakistan fino alla fine degli anni ‘90 col nome di Alma-Ata.
Nel corso della visita i delegati UE hanno incontrato le principali cariche istituzionali kazake ed hanno affrontato i più importanti temi riguardanti l’evoluzione politico-economica del paese in relazione ai rapporti di cooperazione con l’Unione Europea.
Leggi gui la
Scheda completa e l’Articolo.

 

  Domenica 9/5/2010 - Caso Grecia: UE debole, ma non c’è un «rischio contagio».
Leggi l’intervista completa qui:
Intervista al settimanale Toscana Oggi.

  Marzo 2010 - «Il PDL è il partito della gente comune che ha voglia di fare, che non si perde in sterili discussioni burocratiche, che pensa al domani, che vuole lasciare una Italia migliore ai propri figli, che crede nei valori di libertà e di modernità nel rispetto delle tradizioni cristiane dell’occidente». Così Bartolozzi nell’intervista esclusiva rilasciata a Flash Magazine, mensile della Ciociaria.
Leggi l’intervista completa qui:
Intervista esclusiva a Flash Magazine.

  Martedì 23/2/2010 - Bruxelles, 23/2/2010 (ANSA) - Vittoria delle Regioni Europee nella battaglia per valorizzare la qualità dei prodotti. Lo sottolinea l’Arepo, Associazione delle Regioni Europee dei prodotti d’origine, dopo che la Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo ha approvato un rapporto dell’eurodeputato italiano Giancarlo Scottà sulla strategia per i prodotti di qualità.A depositare gli emendamenti al rapporto a favore delle regioni è stato un altro eurodeputato italiano, Paolo Bartolozzi. Grazie all’emendamento - sottolinea Arepo - si riconosce alle Regioni  “un ruolo essenziale di partner dei produttori ed in particolare di quelli dei prodotti tradizionali e biologici”. Il testo, adottato in Commissione, chiede quindi che le Regioni “siano coinvolte nel riconoscimento e nella promozione dei prodotti a indicazione geografica, dei prodotti tradizionali e di quelli biologici”. Il testo votato in Parlamento chiede inoltre che i Consorzi abbiano un ruolo nella gestione dei volumi prodotti e commercializzati.

  Lunedì 25/1/2010 - «In Europa le questioni del clima e dell’ambiente sono temi all’ordine del giorno e costituiscono una priorità», così Bartolozzi in visita al Villaggio dell’energia “Incredibile ENEL” a Firenze in Piazza Santa Croce.
Leggi l’articolo sul settimanale
L’Attenzione.

  Martedì 1/12/2009 - «Crocifisso, la battaglia degli eurodeputati PPE». Presentata una dichiarazione contro la sentenza di Strasburgo. Bartolozzi: «Il crocifisso rappresenta la storia e la cultura del popolo europeo. Se la nostra proposta avrà la maggioranza potremo invalidare il pronunciamento della Corte UE».
Leggi l’articolo sul
Giornale della Toscana.

  Sabato 28/11/2009 - «Firenze è ferma e lontana dall’Europa». «Nonostante l’annunciata discontinuità dalla precedente e fallimentare amministrazione Domenici - afferma Bartolozzi - il sindaco Renzi non ha messo in campo nessun progetto vero e concreto per Firenze».
Leggi l’articolo sul
Giornale della Toscana.

  Sabato 28/11/2009 - Sabato 28 novembre, alle ore 10.30, presso la Sala Consiliare di Bibbiena, l’Europarlamentare Paolo Bartolozzi incontrerà una folta rappresentanza degli Amministratori locali aretini. Tale incontro rappresenta un ulteriore decisivo passo nella costruzione di un’efficiente filiera politico-istituzionale tra i vari livelli istituzionali: dal livello Comunale fino al livello comunitario.
In provincia di Arezzo, dove sono sempre più numerosi i Comuni amministrati da Sindaci e maggioranze di centrodestra o di liste civiche che comunque si collocano su posizioni alternative al sistema di potere della sinistra, è più che mai necessario sviluppare strategie e progetti condivisi nei vari livelli istituzionali per sostenere lo sviluppo delle comunità cittadine. Ed è a tutti noto il ruolo di primo piano svolto in questo senso dalla Comunità Europea.
L’incontro di sabato prossimo è stato fortemente voluto dall’On. Bartolozzi anche per ritornare in provincia di Arezzo dopo la campagna elettorale e poter così testimoniare concretamente  la propria riconoscenza per la fiducia ed il consenso che questa provincia gli ha massicciamente tributato nelle ultime elezioni per il Parlamento Europeo.

  Sabato 7/11/2009 - Alla presenza di un folto pubblico si è svolto oggi, al Cenacolo del Ghirlandaio di Firenze, il Convegno «Le radici Cristiane dell’Europa». Durante l’incontro è stato presentato il volume di Francesco Agnoli “Perché non essere atei: il fallimento dell’ideologia che ha rifiutato Dio. Le conclusioni sono state affidate all’On. Paolo Bartolozzi.

  Venerdì 6/11/2009 - Venerdì 6 novembre c’è stata una grande manifestazione del Pdl al ristorante Klass Florence di Campi Bisenzio (FI). Circa 150 persone hanno infatti partecipato alla “Cena della Piana” del Popolo delle Libertà, che ha dato il via al tesseramento del PDL. All’evento hanno partecipato l'europarlamentare On. Paolo Bartolozzi, il Sen. Achille Totaro, l’On. Gabriele Toccafondi, i Consiglieri Regionali Angelo Pollina e Paolo Marcheschi e i Consiglieri e Coordinatori provinciali Nicola Nascosti e Samuele Baldini. “Un ringraziamento da parte mia - ha dichiarato Monica Castro, Consigliere comunale a Calenzano e organizzatrice della manifestazione (nella foto) - a tutte le persone che, con la loro presenza, hanno contribuito all’ottima riuscita di questa serata. Nei prossimi mesi a Firenze e in provincia verranno organizzate altre manifestazioni come queste per l’apertura del tesseramento e l'inizio della campagna elettorale in vista delle elezioni regionali.”

  Venerdì 6/11/2009 - Crocifisso, battaglia degli eurodeputati Ppe. Bartolozzi: «Il crocifisso rappresenta la storia e la cultura del popolo europeo. Se la nostra proposta avrà la maggioranza potremo invalidare il pronunciamento della Corte UE».
«Crocifisso - Dobbiamo difendere le nostre radici». Leggi l’articolo sul
Giornale della Toscana.

  Lunedì 26/10/2009 - Bartolozzi, a seguito della sua elezione a Presidente della Delegazione interparlamentare UE-Asia Centrale, incontra in questi giorni gli ambasciatori di Kazakistan, Kirghisistan, Uzbekistan, Tagikistan, Turkmenistan e Mongolia. «Il ruolo che sono stato chiamato a ricoprire - afferma l’europarlamentare - sarà uno strumento importante anche per promuovere e stimolare l’imprenditoria toscana verso realtà nuove ed in forte espansione».

  Mercoledì 21/10/2009 - Mercoledì 21 ottobre 2009. nella sala stampa del Parlamento Europeo a Strasburgo. ha avuto luogo la conferenza stampa organizzata dall’On. Roberta Angelilli e dall’On. Paolo Bartolozzi per presentare Lucca Comics & Games, il grande Festival del fumetto e del gioco che ogni anno si tiene a Lucca. Ecco alcune immagini dell’evento:

 

  Mercoledì 30/9/2009 - Ha avuto luogo ieri, nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, la seduta costitutiva della Delegazione per le relazioni con il Kazakistan, il Kirghizistan, l'Uzbekistan, il Tagikistan, il Turkmenistan e la Mongolia. All'unanimità l'On. Paolo Bartolozzi, designato dal Gruppo del Partito Popolare Europeo, è stato eletto Presidente dalla Delegazione, composta da 19 Eurodeputati di diversi Gruppi politici. Nell'assumere la Presidenza della Delegazione, l'On. Bartolozzi ha ringraziato i membri che lo hanno eletto e ha illustrato brevemente l'importanza della Delegazione che copre un ampio ventaglio di Paesi con i quali già esiste un accordo parlamentare di cooperazione (APC). Nel corso della riunione è stato fissato un calendario di appuntamenti e di incontri con i rappresentanti dei Paesi al fine di sviluppare i rapporti esistenti su una pluralità di aspetti politici, socio-culturali e commerciali. Nella stessa giornata, l'On. Bartolozzi ha ricevuto l'Ambasciatore della Repubblica del Kazakistan, S.E. Yerik Utembayev, con il quale ha avuto un cordiale e utile scambio di opinioni.

  Giovedì 25/6/2009 - «Dopo la lezione di Prato la Toscana è pronta per il cambiamento». Leggi l’articolo sul Giornale della Toscana.

  Giovedì 4/6/2009 - «Bartolozzi: difenderò la Toscana in Europa». «Basta lacci e lacciuoli UE per i nostri imprenditori». Leggi l’articolo sul Giornale della Toscana.

  Mercoledì 3 Giugno 2009

  Maggio 2009 - Intervento su numero di maggio-giugno del mensile Libero Reporter, http://www.liberoreporter.it con l’articolo: Il ruolo dell'Europa nel nuovo millennio.

  Lunedì 11/5/2009 - E’ stata aperta ufficialmente la campagna elettorale dell’On. Paolo Bartolozzi all’Otel Ristotheatre di Firenze.
Alla presenza di oltre 1.000 persone hanno partecipato l’On. Denis Verdini, Coordinatore Nazionale PDL, l’On. Massimo Parisi, l’On. Riccardo Migliori, Giovanni Galli, Candidato Sindaco del Comune di Firenze. Sono intervenuti i candidati, i Parlamentari, i Consiglieri Regionali ed i Coordinatori provinciali e comunali del PDL della Toscana. Durante la serata ci sono state iniziative a sostegno delle popolazioni dell’Abruzzo colpite dal terremoto. Leggi l’intervista a Bartolozzi sul
Giornale della Toscana.

  Domenica 3/5/2009 - Verso le elezioni. «Bartolozzi: meno burocrazia in Europa». Il candidato toscano del PDL per Bruxelles: «Anche in questo caso paghiamo gli errori di Prodi». Leggi l’articolo sul Giornale della Toscana.

  Aprile 2009 - Con i giovani di Sorano in visita al Parlamento Europeo:

  Aprile 2009 - Intervento su numero di aprile del mensile Libero Reporter, http://www.liberoreporter.it con l’articolo: Iniziative dell'UE per affrontare la crisi economica mondiale.

  Lunedì 20/4/2009 - Alle ore 21, all’Hotel Mediterraneo di Firenze, Bartolozzi ha partecipato al dibattito sul tema «Firenze, quale futuro? Cattolici e laici dopo la fine del governo della sinistra». Dopo l’introduzione del Dr. Marco Vedovato, Presidente dell’Associazione Art. 33, intervista del Dr. Giovanni Pallanti, ex vice-sindaco di Firenze, alle numerose personalità presenti, fra cui l’On. Alessio Bonciani, deputato e coordinatore del PDL di Firenze, il Sen. Paolo Amato, l’On. Gabriele Toccafondi, l’On. Massimo Parisi, deputato e coordinatore regionale del PDL, e il Dr. Giovanni Galli, candidato Sindaco al Comune di Firenze. Bartolozzi, portavoce del gruppo PPE al Parlamento Europeo, ha sottolineato l’importanza di una nuova politica sulla cultura a Firenze che le restituisca un ruolo da protagonista in Europa. Il Dr. Marco Vedovato ha evidenziato il cambiamento di prospettiva ideale che si sta consumando a Firenze con il tramonto dell’ideologia della sinistra statalista e la nuova voglia di intraprendere che con le proposte di Giovanni Galli, candidato Sindaco, stanno emergendo. Nei vari interventi sono state anche commentate le ultime vicende di Palazzo Vecchio, relative alla mancata approvazione del piano strutturale. Oltre 400 i presenti, platea gremita in ogni ordine di posti nonostante la generosa capienza, a riprova del grande interesse suscitato dall’evento. Apri l’invito.

  Domenica 19/4/2009 - Bartolozzi a Montecatini Terme a sostegno della campagna elettorale del candidato sindaco del centro-destra, Alberto La Penna:

  Sabato 18/4/2009 - Bartolozzi all’incontro rievocativo e conviviale con i Democratici Cristiani a Firenze, presieduto dal Sen. Ivo Butini. Relatore il Dr. Giovanni Pallanti. Apri l’invito.

  Martedì 14/4/2009 - Bartolozzi con gli amici di Grosseto:

    

  Venerdì 20/3/2009 - Insediato il comitato elettorale di Bartolozzi a Grosseto: La Nazione.

  Lunedì 16/3/2009 - Bartolozzi all’inaugurazione della sede del PDL di Certaldo: Gonews.

  Domenica 15/3/2009 - Rassegna stampa sulle prossime elezioni europee. Leggi su La Nazione.

  Marzo 2009 - Intervento su numero di marzo del mensile Libero Reporter, http://www.liberoreporter.it con l’articolo: L’Europa verso l’adozione del marchio “Made In”.

  Domenica 1/3/2009 - «La politica energetica della Toscana è un disastro». Così Bartolozzi nell’articolo «Nucleare e sviluppo, basta con i no di Martini» pubblicato sul Giornale della Toscana.

  Febbraio 2009 - Intervento su numero di febbraio del mensile Libero Reporter, http://www.liberoreporter.it con l’articolo: Passo avanti dell’Europa dopo il semestre di presidenza francese.

  Mercoledì 11/2/2009 - Intervento sulla vicenda Eluana Englaro con l’appello «Bisogna fermare il tentativo di legalizzare l’eutanasia»: Il Giornale della Toscana.

  Gennaio 2009 - Intervento su numero di gennaio del mensile Libero Reporter, http://www.liberoreporter.it con l’articolo: Dieci anni di unione economica e monetaria.

  Dicembre 2008 - Intervento su numero di dicembre del mensile Libero Reporter, http://www.liberoreporter.it con l’articolo: «Pacchetto UE clima-energia: a rischio il “sistema” Italia».

  Venerdì 28/11/2008 - Cena al ristorante Zeus, in via S.Reparata a Firenze, con alcuni ragazzi del movimento giovanile di Forza Italia provenienti da varie località della Toscana. Con loro è stata programmata una visita al Parlamento Europeo a Bruxells.

  Domenica 2/11/2008 - «Cristiani, massacro quotidiano. I governi occidentali intervengano per fermare la persecuzione. Ma la sinistra è distratta, il suo silenzio è grave». Forte presa di posizione di Bartolozzi sul dramma che si sta consumando in alcune aree dell'Asia e del Medio Oriente: Il Giornale della Toscana

  Venerdì 31/10/2008 - Difendere i cristiani in Iraq: Toscana Oggi

  Domenica 19/10/2008 - Bartolozzi interviene sulla crisi finanziaria: Il Giornale della Toscana

  Sabato 18/10/2008 - Incontro con i giovani industriali a Massa: La Nazione

  Giovedì 16/10/2008 - Paolo Bartolozzi alle 23 ospite della trasmissione «L'inchiesta» su RTV38: botta e risposta con Massimo Sandrelli, con replica venerdì 17 alle ore 18.

  Lunedì 13/10/2008 - Presentazione di Paolo Bartolozzi sul mensile Libero Reporter, http://www.liberoreporter.it, in edicola dal 13 ottobre:

  Lunedì 29/9 - Venerdì 3/10/2008 - Visita istituzionale a Panama. Da sinistra il Direttore degli Esteri del governo panamense, Javier Bonagas, il Vice Ministro degli Esteri, Ricardo Duran, l'On. Paolo Bartolozzi e l'ambasciatore italiano a Panama, Placido Vigo:

  Lunedì 29/9/2008 - In Europa Bartolozzi riprende la battaglia contro la contraffazione, uno dei suoi temi forti della passata legislatura: La Nazione

  Giovedì 25/9/2008  - Paolo Bartolozzi è nominato portavoce della delegazione italiana di Forza Italia al Parlamento Europeo: Il Giornale della Toscana

  Sabato 20/9/2008 - «L'Europa al bivio», incontro con parlamentari, consiglieri regionali e sindaci della provincia di Grosseto alle ore 18.30 presso la King's Discoteca di Cala Galera (Monte Argentario): La Nazione

  11/6/2004 – Chiusura della campagna elettorale dell’On. Bartolozzi a Rufina (FI) e Londa (FI).

  10/6/2004 – Incontro a Firenzuola (FI) con gli imprenditori sui problemi dell’alto Mugello, a Firenze appuntamento con le associazioni regionali e provinciali dei farmacisti e infine a Scandicci (FI) per la chiusura della campagna elettorale con i candidati di Forza Italia.

  9/6/2004 – Incontro a Firenze con i dirigenti regionali e provinciali della Confcommercio e Chiusura della campagna elettorale a Scandicci con i candidati di Forza Italiaappuntamento con rappresentanze sindacali dei ferrovieri. Sul tavolo i problemi delle ferrovie, con particolare attenzione alla situazione critica della Toscana. Con i candidati di Forza Italia a Villa Castelletti di Signa (FI) per la chiusura della campagna elettorale e infine a Firenze con i giovani alla discoteca Central Park.

  8/6/2004 – Incontro con gli elettori a Civitavecchia (RM).

  7/6/2004 – Incontro ad Ancona con gli elettori e col Dr. Roberto Giannotti, Consigliere Regionale delle Marche, e ad Osimo (AN) per incontrare gli elettori; infine a Firenze per l’appuntamento a Villa Viviani con gli operatori del settore bancario e assicurativo.

  6/6/2004 – Incontro a Prato sulle problematiche del comparto tessile e sull’espansione export della Cina, a Montepulciano (SI) per l’appuntamento con gli operatori vitivinicoli e a S.Casciano Valdipesa (FI) per una tavola rotonda all’auditorium ACLI sui problemi del comparto viti-vinicolo.

  5/6/2004 – Incontro al Palazzo d’Arnolfo di S.Giovanni Valdarno (AR) con i candidati della Casa delle Libertà e con il candidato sindaco.

  4/6/2004 – Incontro con i lavoratori delle Poste a Firenze e a Massa per un dibattito sulla legge Biagi con la Sen. Maria Grazia Sestini, Sottosegretario al Welfare.

  2/6/2004 – A Londa (FI) per discutere sull’ambiente insieme al Sottosegretario Roberto Tortoli.

  1/6/2004 – A Portoferraio (LI) per incontrare gli operatori turistici dell’Isola d’Elba, a Livorno per un appuntamento con gli operatori del porto e infine a Firenze per incontrare l’AGCI, Associazione Generale delle Cooperative Italiane.

  31/5/2004 – Incontro con il mondo giovanile di Ascoli Piceno.

  30/5/2004 – Incontro a Montecatini Terme (PT) con gli operatori delle terme e a Pescia (PT) con gli elettori della Valdinievole.

  29/5/2004 – Convegno sull’astronomia a Roselle (GR), incontro con operatori turistici del litorale grossetano a Principina a Mare (GR) e alla Discoteca King di Porto Ercole (GR) per parlare dell’allargmanto dell’Unione Europea.

  28/5/2004 – A Milano partecipa al Congresso Nazionale di Forza Italia.

  17/5/2004 – A Firenze appuntamento con rappresentanti del mondo della scuola per fare il punto sulla riforma Moratti.

  16/5/2004 – A Londa (FI), con la Sottosegretaria al Welfare, On. Maria Grazia Sestini, incontra simpatizzanti ed elettori.

  14/5/2004 – A Pistoia incontra una rappresentanza di imprenditori del settore floravivaistico.

  11/5/2004 – Appuntamento presso un’azienda agricola del Chianti Fiorentino con imprenditori del settore vitivinicolo.

  10/5/2004 – A Prato incontra una rappresentanza di industriali tessili e affronta il problema della concorrenza dei prodotti tessili cinesi che stanno fortemente penalizzando il settore tessile locale.

  8/5/2004 – A Pesaro si intrattiene con operatori economici sulla crisi internazionale e sulle iniziative che il Governo nazionale e la Comunità Europea intendono adottare per incentivare le imprese private.

  6/5/2004 – A Lucca incontra gli autoferrotranvieri.

  24/4/2004 – A Viterbo è presente al Convegno organizzato dall’Università della Tuscia per discutere della pubblica amministrazione, del ruolo dei prefetti e di quello degli enti locali.

  22/4/2004 – A Firenze interviene a un dibattito organizzato dalla FIDAPA sul tema “La famiglia e le coppie di fatto”.

  18/4/2004 – A Monteroni d’Arbia (SI), partecipato ad un dibattito, organizzato presso il Circolo ACLI dal comprensorio di Forza Italia, sul tema della difesa dei prodotti agroalimentari locali e sulla tutela del “made in Italy”.

  17/4/2004 – Ad Avenza (MS), interviene alla premiazione Interart, con la partecipazione di esponenti del mondo dell’arte e della cultura.

  8/4/2004 – A Carrara incontrato numerosi amministratori locali.

  5/4/2004 – Ad Ancona parla della riforma della scuola e delle nuove opportunità del mondo del lavoro.

  3/4/2004 –Nella "sala verde" del Palazzo dei Congressi di Piazza Adua a Firenze incontro politico “Costituzione, allargamento, lotta al terrorismo - Quale politica per la nuova Europa?”. Circa 300 persone hanno raccolto l’invito di Bartolozzi. L’iniziativa ha aperto di fatto la campagna elettorale per le europee del 12/13 giugno.

  26/3/2004 – A Urbino incontra i quadri di Forza Italia.

  19/3/2004 – A Cecina (LI) interviene a un dibattito sulla nuova situazione politica in Italia e in Europa.

  15/3/2004 – A Montevarchi (AR), in una riunione con giovani professionisti, parla della nuova direttiva delle professioni approvata recentemente dal Parlamento Europeo.

  13/3/2004 – Ad Ascoli Piceno è presente al convegno “I giovani e la nuova Europa“, organizzato dal Movimento Cristiano dei Lavoratori.

  12/3/2004 – All’Hotel Etrusco di Arezzo partecipa ad un convegno sulla scuola dal titolo “La nuova istruzione nella nuova Europa”.

  10/3/2004 – A Bruxelles riceve una delegazione dei Lion’s della provincia di Prato in visita al Parlamento Europeo.

  5/3/2004 – Al Circolo Lucano di Firenze incontra una delegazione dell’Associazione “Lucani in Toscana”.

  28/2/2004 – Partecipa a Livorno al 3° congresso provinciale di Forza Italia.

  27/2/2004 – Interviene all’incontro tra la delegazione rumena della regione di Jasi e una rappresentanza della Regione Toscana. Scopo dell’incontro è quello di verificare e stimolare le prospettive di collaborazione e di partenariato pubblico-privato tra la struttura economica toscana e quella rumena.

  21/2/2004 – Partecipa al congresso provinciale di Forza Italia della provincia di Firenze.

  20/2/2004 – A Siena discute sulle nuove politiche del credito in Europa e sul sistema bancario internazionale con esponenti del Monte dei Paschi.

  14/2/2004 – A Fiuggi (FR) incontra amministratori locali.

  9/2/2004 – Durante un incontro al Rotary di Firenze parla sulle prospettive della nuova Europa a seguito dell’allargamento.

  7/2/2004 – A Bastia Umbra (PG) incontra amici, simpatizzanti ed iscritti di Forza Italia per discutere delle prossime elezioni amministrative ed europee.

  6/2/2004 – Si intrattiene a Grosseto con rappresentanti di associazioni politiche e culturali.

  30/1/2004 – E’ ospite ad una cena conviviale organizzata dal Lions dell’area pratese.

  24/1/2004 - Al Palazzo dei Congressi di Roma partecipa alla kermesse per i 10 anni di Forza Italia.

  23/1/2004 - A Sansepolcro (AR), interviene ad una cena di beneficenza organizzata dall’A.V.S.I. per la presentazione del progetto “Educazione + Istruzione = Sviluppo“, che ha lo scopo di aiutare i paesi del terzo mondo. E’ presente la Sottosegretaria al Welfare, Sen. Maria Grazia Sestini.

  20/1/2004 - A Sinalunga (SI), in un incontro con rappresentanti della Casa della Libertà, parla della nuova Europa e dell’impegno profuso nel semestre europeo di presidenza italiana.

  16/1/2004 - A Montevarchi (AR) incontra amici, simpatizzanti ed iscritti di Forza Italia per mettere a punto le strategie politiche ed amministrative da adottare nel breve e medio termine.

  10/1/2004 - A Città di Castello (PG) incontra una rappresentanza di operatori scolastici di scuole cattoliche private. Nel pomeriggio, a Perugia, nel corso di una colazione di lavoro con amministratori locali, rappresentanti del mondo culturale, dell’università e della scuola, discute sulle nuove opportunità offerte dalla Comunità Europea per favorire l’integrazione e la diffusione della cultura in Europa.

  21/12/2003 - Al Saschall di Firenze organizzato il Concerto di Natale. I particolari sulla home page del sito.

  13/12/2003 - All’Istituto Agrario di Firenze parla delle iniziative europee per il raggiungimento della pace in Medio Oriente.

Nel pomeriggio, a Terranova Bracciolini (AR), insieme al Sottosegretario Sen. Maria Grazia Sestini e al Capogruppo di FI in Consiglio Regionale, Dott. Lorenzo Zirri, interviene al convegno sul nuovo statuto regionale della Regione Toscana.

  12/12/2003 - A Ponsacco (PI), in un incontro con artigiani ed imprenditori locali, discute della nuova direttiva europea sulla contraffazione e la concorrenza sleale.

  6/12/2003 - A Latina interviene al convegno organizzato dalla locale FIDAPA sul tema “Richiamo alle radici cristiane nella Costituzione Europea“.

  30/11/2003 - Ad Aulla (MS), dopo aver presenziato alla messa in suffragio ai caduti di Nassiriya, partecipa al raduno nazionale dei carabinieri in congedo.

  28/11/2003 - A Falconara Marittima (AN) partecipa ad una cena con amici di Forza Italia della provincia di Ancona.

  24/11/2003 - A Livorno, nel corso di un’iniziativa culturale organizzata dalla FIDAPA, parla della bozza di Costituzione Europea.

  23/11/2003 - Partecipa all’inaugurazione del poliambulatorio della Venerabile Confraternita di Misericordia all’Impruneta (FI).

  21/11/2003 - A Cortona (AR) interviene all’incontro organizzato dell’associazione no profit a tutela dei disabili “Amici di Francesca”, illustrando le numerose iniziative organizzate dalla Comunità Europea nel 2003, Anno Europeo dei Disabili, per garantire le pari opportunità alle persone affette da handicap, nonché sulle misure previste per l’accesso all’impiego e all’accessibilità agli edifici.

  15/11/2003 - Ad Assisi (PG) incontrato una delegazione di amici del partito di Forza Italia dell’Umbria, per discutere dell’attuale situazione politica italiana ed europea.

  7/11/2003 - E’ ospite al convegno “La disabilità nel terzo millennio”, organizzato dall’Istituto Prosperius Tiberino di Umbertide (PG). La serata si svolge al Teatro degli Illustri di Città di Castello (PG) ed è condotta da Bruno Vespa.

  4/11/2003 - La Commissione per gli Affari Legali del Parlamento europeo discute la bozza della Direttiva della Commissione Ue in materia di “misure e procedure per assicurare l’applicazione dei diritti sulla proprietà intellettuale”. Nel corso del dibattito, i parlamentari Ue Francesco Fiori e Paolo Bartolozzi (PPE- Italia), che hanno già presentato un emendamento teso a limitare il campo d’applicazione della Direttiva, richiamano l’attenzione sui rischi che norme troppo stringenti sul rispetto di detti diritti potrebbero avere per gli utenti della Rete.

  30/10/2003 - Partecipa al dibattito organizzato dall’API (Associazione Piccole Imprese) della Toscana sul tema “Promozione e difesa del design italiano nel mercato interno europeo”. Nel corso dell’intervento presenta la proposta di direttiva contro la contraffazione e la pirateria.

  27-28/10/2003 - Si reca in Romania con una delegazione di imprenditori toscani. E’ ricevuto dal Governatore della provincia Jasi. L’incontro serve per gettare le basi di una collaborazione politico-economica tra i due Paesi.

  25/10/2003 - A Firenze, nel salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, partecipa alla celebrazione di “Memento Gulag” per ricordare le vittime dei regimi comunisti.

  18/10/2003 - A Radicofani (SI) incontra numerosi agricoltori per discutere la riforma della PAC (Politica Agricola Comunitaria).

  17/10/2003 - A Firenze, presso l’Auditorium del Consiglio Regionale Toscano, interviene insieme all’On. Mario Mauro all’incontro organizzato per discutere i problemi della scuola in relazione alla politica delle famiglie.

  15/10/2003 - Partecipa al dibattito, organizzato dalla CESI (Confederazione Europea Sindacati Indipendenti), sul tema “I Diritti dei Lavoratori nella Nuova Costituzione Europea.

  11/10/2003 - Interviene a un convegno-dibattito organizzato da associazioni politico-giuridiche toscane sulla comparazione fra la nuova Costituzione europea e quella degli U.S.A. Il convegno si svolge all’Hotel Mediterraneo con la partecipazione di alcuni docenti dell’Università di Firenze, fra cui il prof. Claudio Modiano, ordinario di storia delle costituzioni moderne, e il prof. Filippo Donati, ordinario di diritto costituzionale.

  10/10/2003 - Al caffè storico Giubbe Rosse di Firenze partecipa ad un incontro-dibattito con giornalisti e cittadini sulle iniziative dell’Unione europea per la pace in Medio Oriente.

  4/10/2003 - A Lucca partecipa al convegno internazionale organizzato dal Movimento Cristiano Lavoratori, affrontando i temi della riforma del welfare e dello stato sociale nei paesi dell’Unione europea.

  3/10/2003 - A Firenze è invitato dal Rotary per parlare della nuova Costituzione Europea.

  29/9/2003 - A Giuliano Romano (FR), in un incontro con sindaci dei comuni limitrofi, amministratori locali e rappresentanti della società civile, parla del nuovo assetto istituzionale europeo e sulle opportunità che si presenteranno a seguito dell’allargamento dell’Unione.

  27/9/2003 - A Radda in Chianti (SI) interviene al convegno sul “Marchio del Chianti e Distretti Rurali”.

  26/9/2003 - Ad Ascoli Piceno partecipa all’incontro “La nuova Costituzione Europea – L’allargamento e la redistribuzione delle risorse nell’Unione Europea”. Sono presenti il sindaco di Ascoli Piceno, quello di Folignano e rappresentanti dell’associazionismo locale.

  15-18/9/2003 - Partecipa a Madrid al meeting del Gruppo PPE.

  13/9/2003 - A Vallombrosa (FI) partecipa al dibattito sulle prospettive dei cattolici in politica in Italia e in Europa, organizzato dai giovani di Forza Italia e dai Circoli Giovanili della Margherita di Firenze.

  10/9/2003 - A Bruxelles, insieme all’Assessore all’Agricoltura della Regione Toscana, presenta la Mostra dei GAL.

  9/9/2003 – E’ a Orbetello (GR), dove partecipa ad una cena di lavoro, ospite della Pro Loco, nel corso della quale si discute sulle strategie, sulla valorizzazione del territorio e delle risorse al fine di prolungare la stagione turistica. Si incontra con il sindaco Rolando Di Vincenzo.

  6/9/2003 - A Donoratico (LI) partecipa alla manifestazione di apertura della “Festa Azzurra”.

  3/9/2003 - Insieme ad altri parlamentari sensibili ai problemi ambientali promuove a Strasburgo un incontro con il Gruppo Parlamentare Caccia e Ambiente.

  Sabato 30/8/2003 - Festa in famiglia a Fano per l’adozione dei bambini romeni. Sabato 30/8/2003 al ristorante Metauro di Fano (PU) si è svolta una bella festa alla presenza di 19 famiglie italiane, fra cui tre fanesi, appartenenti all’associazione “Attraverso il Mondo per un sorriso”, che dopo lunga odissea hanno finalmente potuto adottare dei bambini romeni. Oltre al vescovo, Mons. Vittorio Tomassetti, e al consigliere comunale Mirco Carloni, era presente l’On. Paolo Bartolozzi, che si è adoperato molto per sbloccare le pratiche burocratiche in Romania, permettendo finalmente a queste famiglie di accogliere in Italia i bambini. Ci sono altre 15 famiglie che attendono di poter abbracciare i propri figli adottivi ancora in Romania e Bartolozzi ha assicurato che le sue pressioni e quelle del Parlamento Europeo non cesseranno, affermando che questi paesi, che vogliono entrare in Europa, non debbono rispettare solo certi parametri economici ma debbono mettersi in linea anche con le leggi e le procedure europee per le adozioni internazionali; un problema molto sentito in Italia dove vi sono pochi bambini da adottare e molte famiglie che vorrebbero farlo.

  29-30/8/2003 - Interviene al meeting di Rimini di Comunione e Liberazione. A Fano è invitato alla festa di 19 famiglie italiane per l’adozione di altrettanti bambini romeni, per i quali si era molto adoperato per sbloccare le pratiche burocratiche in Romania, permettendo finalmente a queste famiglie di accogliere in Italia i bambini.

  28/8/2003 - Partecipa a San Gimignano (SI) al convegno organizzato dalla Scuola delle Religioni dell’America Latina, sul tema “Religioni Popolari in Europa ed America”.

  23/7/2003 - A Prato, nel corso della manifestazione organizzata dall’associazione “Progetto per Prato”, affronta i problemi del settore tessile in relazione ai criteri di commercializzazione previsti dal nuovo vertice del WTO e alle prospettive economiche e sociali pratesi.

  14/7/2003 - A Siena partecipa ad un convegno organizzato dal gruppo provinciale di Forza Italia su “Territorio, Comunità locali ed Europa”.

  12/7/2003 - A Sora (FR), in un incontro organizzato da un’associazione locale, alla presenza di dirigenti di Forza Italia, si sofferma sulle problematiche territoriali e sulle prospettive europee.

  11/7/2003 - All’ Auditorium di Firenze partecipa al dibattito sul tema “Occidente ed Islam, quale rapporto”.

  8/7/2003 - All’Hotel Holiday Inn di Firenze interviene a un convegno sulla sanità.

  4/7/2003 - A Grosseto partecipa a una riunione dei quadri provinciali di Forza Italia.

  1/7/2003 - A Strasburgo, in occasione dell’apertura del semestre di presidenza italiana, partecipa alla celebrazione del 50° anniversario della costituzione del Partito Popolare Europeo.

  29/6/2003 - A Villa Basilica (LU), partecipa all’inaugurazione di una scuola intitolata a Salvo D’Acquisto.

  28/6/2003 - A Barberino Val D’Elsa (FI), nel corso della Festa della Casa delle Libertà, affronta il tema delle prospettive politiche della coalizione di centrodestra, soffermandosi ad analizzare i risultati elettorali delle recenti elezioni amministrative.

  27/6/2003 - A Firenzuola (FI) affronta i problemi della viabilità della zona con i locali esponenti della Casa delle Libertà.

  21/6/2003 - Interviene alla Festa provinciale della Misericordia di Pistoia.

  20/6/2003 - Visita alla Fondazione Spadolini di Firenze.

  20/6/2003 - BARTOLOZZI:  Il piano strategico del comune di Firenze come i piani quinquennali? Il “piano strategico” presentato dal sindaco Domenici, più che uno strumento di pianificazione delle cose importanti da fare per Firenze, sembra la mera enunciazione d’auspici e desideri senza base progettuale e ricorda le situazioni fantastiche di “Alice nel paese delle meraviglie”. L’aspetto preoccupante, però, è che si è voluto far passare per strumento operativo una semplice elencazione di propositi, priva di verifica strutturale e urbanistica e, cosa ancora più grave, sprovvista di piani finanziari. Quando si varano 18 grandi progetti e tutti, secondo il sindaco di Firenze, “sono al nastro di partenza” perché “non ci sono particolari preferenze”, logica vorrebbe che fossero supportati da una rigorosa analisi di fattibilità in termini di costi, finanziamenti, ricavi e impatto urbanistico-ambientale. Di tutto questo, invece, appena vaghi accenni. C’è il sospetto che dentro il grande contenitore del piano strategico ci sia solo un minestrone di buone intenzioni che tanto rievocano i “piani quinquennali” di sovietica memoria, buoni per rimandare i problemi, ma non per affrontarli e risolverli. Del resto, non c’è nulla di nuovo: per la sinistra che amministra Firenze e per il suo sindaco l’importante è dotarsi di una linea politica che privilegi l’esteriorità in luogo delle scelte concrete. Il fatto è che Firenze e la sua area metropolitana hanno urgente bisogno di scelte precise, da prendere sulla base di priorità vere e non diluite in mega-contenitori demagogici che tendono a rimandarle. Eccone alcune.

─ Bretella autostradale ad est della città, scelta ormai ritenuta improcrastinabile da tutti, categorie economiche e semplici cittadini, per alleggerire il traffico intorno a Firenze.

─ “Micrometro”, ovvero un sistema che possa veramente decongestionare il traffico urbano. Il progetto è già pronto, ma evidentemente si preferisce ideologizzare scelte squisitamente tecniche, cosicché la metropolitana diventa di destra e la tramvia di sinistra.

─ Un sistema di servizi alle imprese - oggi più che mai necessario dopo il flop del CESVIT - che raccordandosi con l’università, le imprese e gli enti presenti sul territorio possa dare un impulso decisivo alla ricerca e allo sviluppo tecnologico.

─ Il parco produttivo, culturale e archeologico dell’area fiorentina, da realizzare in sinergia col comparto turistico e commerciale per sviluppare le potenzialità produttive e occupazionali di tutta la zona.

Auspico che Firenze e i suoi amministratori guardino con più attenzione all’Europa. Ci sono importanti opportunità di finanziamento, come quelle previste nel documento approvato recentemente dal Parlamento Europeo sulla mobilità e sull’istituzione del “quinto corridoio”. Se vogliamo che Firenze e la Toscana siano più vicine all’Europa, è però essenziale concentrarsi su progetti concreti, lasciando da parte retaggi ideologici che sono in netto contrasto con il mondo moderno e con le nuove politiche d’allargamento dell’Unione..

  13/6/2003 - A San Benedetto del Tronto (AP) convegno sulle pari opportunità.
Nel pomeriggio è intervenuto al convegno organizzato dall’AICS su sport, medicina e psichiatria infantile.

  12/6/2003 - Al Palazzo dei Congressi di Firenze partecipazione alla manifestazione organizzata dall’Associazione Nazionale Fondazioni Casse di Risparmio.

  9/6/2003 - Intervento al dibattito organizzato dalla Confederazione Italiana Agricoltori sui criteri di applicazione della nuova direttiva europea sulla produzione e commercializzazione dell’olio d’oliva.

  2/6/2003 - A Strasburgo incontro-dibattito con una rappresentanza di giovani del movimento Comunione e Liberazione. A Frascati convegno dell’Associazione Medici Italiani.

  31/5/2003 - A Pontassieve (FI), alla presenza di numerosi cittadini, ha affrontato il problema della viabilità e del trasporto locale della montagna fiorentina.

  30/5/2003 - A Quarrata (PT) incontro con i rappresentanti delle categorie imprenditoriali artigiane.

  23/5/2003 - Insieme agli altri parlamentari della Toscana, ha partecipato all’Assemblea dei quadri regionali di F.I.

  19/5/2003 - A Pisa è intervenuto alla manifestazione elettorale indetta in occasione della consultazione popolare per le amministrative.

  18/5/2003 - All’Hotel Baglioni di Firenze è intervenuto alla manifestazione di Forza Italia “A due anni dalle elezioni“.

  17/5/2003 - A Montevarchi (AR) incontro con numerosi elettori per sostenere i candidati locali; nel pomeriggio, a Sansepolcro (AR), incontro con imprenditori del settore agricolo e del turismo.

  10/5/2003 - A Montecatini incontro con albergatori e tour operators.

  10/5/2003 - A Castelfranco di Sopra (AR), dibattito insieme al Sottosegretario al Lavoro On. Grazia Sestini ed al capogruppo di Forza Italia nel Consiglio Regionale della Toscana, Lorenzo Zirri. Bartolozzi ha discusso della politica nazionale della Casa della Libertà nel contesto europeo.

  2/5/2003 - A Fano ha presieduto un convegno sul volontariato.

  2/5/2003 - Ad Ancona ha presenziato all’inaugurazione di una nuova sede dell’Associazione delle Piccole Imprese.

  25/4/2003 – “Lettera aperta” a Mr. William McIlhenny, console degli U.S.A., e Mrs. Moira Macfarlane, console della Gran Bretagna, per rinnovare la solidarietà di gran parte dei cittadini toscani ai due paesi amici, con l’augurio che dopo il conflitto in Iraq vengano poste le basi per una pace giusta e duratura in tutta l’area del Medio Oriente. La lettera è stata pubblicata dal quotidiano La Nazione nell’edizione del 27 aprile. Il testo integrale del documento è riportato nel numero di aprile di Europa News.

  15/4/2003 - A Prato con l’On. Garagnani per discutere della riforma scolastica Moratti. Il sistema scolastico italiano è stato messo a confronto con quelli degli altri stati membri dell’Unione Europea.

  12/4/2003 - All´Isola d´Elba l’eurodeputato ha parlato delle problematiche delle isole minori, con particolare riferimento a quelle dell´arcipelago toscano. L’intervento ha evidenziato il deficit infrastrutturale che ne limita lo sviluppo.

  11/4/2003 - A Capannori (LU), in un incontro con gli elettori e gli amministratori del comune, Bartolozzi ha relazionato sulle nuove prospettive europee dopo l’allargamento dell’Unione con l’ingresso dei paesi dell’est.

  4/4/2003 - A Cassino (RM), presso il locale Istituto tecnico professionale per periti agrari, Bartolozzi ha incontrato i sindaci dei Comuni limitrofi, il dirigente scolastico e gli studenti dell’Istituto. Con loro ha parlato dei nuovi assetti europei e delle prospettive di sviluppo dopo il vertice di Atene. L’evento è stato ripreso da Radio GM1.

  3/4/2003 - I rappresentanti di sei paesi al Parlamento Europeo, fra cui l’On. Bartolozzi, hanno sottoscritto il “Manifesto di Bruxelles”, con lo scopo di chiedere ai membri della Convenzione, che sta lavorando alla redazione della nuova costituzione europea, di riconoscere all’interno della Carta Fondamentale il ruolo delle chiese, dell’esperienza religiosa e la centralità di alcuni valori fondamentali della nostra civiltà. Maggiori particolari nel numero di aprile di Europa News.

  1/4/2003 - Per il comune di Castiglione della Pescaia (GR) e per il Consorzio “Maremma Promotion” l’On. Paolo Bartolozzi ha organizzato una cena con degustazione di prodotti tipici toscani e maremmani. All’incontro sono intervenuti oltre 400 invitati. Erano presenti circa 90 parlamentari europei, numerosi funzionari e direttori della Commissione, nonché il portavoce del presidente Prodi.

  3/10/2002 - L’Europa si mobilita a difesa di Firenze. Bartolozzi (FI) presenta un appello firmato da 40 eurodeputati dopo le parole di Casarini. (…) Bartolozzi ha raccolto la firma di 40 eurodeputati su un appello rivolto al presidente della Regione, Claudio Martini, al sindaco di Firenze, Leonardo Domenici, e al ministro dell’interno, Giuseppe Pisanu, perché «siano tempestivamente pianificate tutte le misure idonee a salvaguardare la tutela dei monumenti, del patrimonio architettonico della città di Firenze, capitale della cultura rinascimentale, tesoro dell’umanità, riconosciuta dall’Unesco, dall’Unione europea e dagli altri organismi internazionali». Quaranta firme – tra le quali figurano deputati di tutte le nazionalità, incluso l’ex presidente del parlamento, Robles, e quelle dei vice presidenti Quadras e Podestà – che Bartolozzi ha convogliato in calce ad un appello che si rifà alle «dichiarazioni anche recenti di alcuni leaders del movimento antagonista, che inducono a consolidare le forti preoccupazioni per la sicurezza della città di Firenze, dei suoi abitanti e soprattutto dei monumenti, delle sue strade, del patrimonio artistico d’inestimabile valore». Sotto scacco, sottoscrivono i deputati, anche «le categorie produttive e i titolari di esercizi commerciali, in particolare del centro storico, che hanno manifestato grande inquietudine: sono attese – continua l’appello – almeno 300 mila persone, con conseguenti problemi logistici, organizzativi, d’accoglienza e di ordine pubblico, nonché di sicurezza». Fin qui il tenore letterale dell’appello, che per altro porta, significativamente, anche la firma di Luigi Cocilovo, parlamentare della Margherita, e che chiama le autorità a mettere in campo «misure idonee». Ma Bartolozzi, alle porte con un evento che si sta caricando di segnali tutt’altro che rassicuranti, mette in chiaro colpe e responsabilità precise: «E’ indispensabile aprire un riflettore europeo su eventi che comportano chiari rischi per il patrimonio monumentale e per la convivenza civile. L’alternativa a questo stato di cose c’era, perché il presidente Martini, che oggi cerca collaborazione, avrebbe potuto evitare che questa manifestazione si svolgesse nel cuore della città» (…). L’ex capogruppo in consiglio regionale è ferratissimo anche sul fronte della singolare e discussa partita che la giunta ha messo in campo per consentire l’uso della Fortezza gratis ai no global. «Il credito che la Regione vanta nei confronti di Firenze Expo sembra non risultare dai bilanci della Regione. Quindi delle due l’una: o non c’era, e allora non capisco come ha fatto a saltar fuori oggi, oppure esisteva e quando la Regione ha proceduto alla fusione in Spa non ha monetizzato il credito stesso in azioni della Firenze Expo». In ogni caso il risultato «è un pasticcio, fatto per un altro grandissimo pasticcio: e cioè che Martini va a Puerto Alegre e decide di invitare qui i no global» (…). (Il Giornale della Toscana, 3/10/2002).

  29/4/2002 - All’Istituto di Cultura Italiana di New York. Dal “Giornale della Toscana” di sabato 27/4/2002. Dibattito sul futuro delle riforme Ue:  Bartolozzi a New York. La Convenzione europea e le prerogative del Parlamento europeo sulle riforme istituzionali in corso. E’ il tema dell’incontro che si terrà lunedì prossimo a New York all’Istituto italiano in Park Avenue, al quale è stato invitato l’europarlamentare di Forza Italia Paolo Bartolozzi (che è membro della commissione giuridica e per il mercato interno, e di quella per l’occupazione e gli affari sociali). L’incontro, al quale partecipa anche il senatore Massimo Brutti, è promosso dall’Istituto italiano di Cultura, diretto da Paolo Riani, e vedrà l’intervento anche dei gruppi europei della New York University, della Columbia University e di vari gruppi giovanili delle Camere di commercio europee a New York (in sostanza, l’exchange of views, ha ad oggetto le priorità del Parlamento europeo riguardo le riforme istituzionali necessarie per il buon funzionamento democratico dell’Unione Europea). L’occasione – alla cui organizzazione ha prestato la sua collaborazione anche il Forum USA per gli italiani nel mondo – si lega ad un ciclo di incontri che l’Associazione Unione Europea negli USA che ha in programma anche con altri parlamentari europei, appartenenti ad altri gruppi, che saranno ospiti negli atenei di New York. L’invito dell’Istituto italiano di Cultura rivolto a Bartolozzi, come rappresentante del gruppo Popolari europei, si inserisce perciò nella prospettiva avviata dall’Associazione di tenere un rapporto diretto coi rappresentanti dell’assemblea di Strasburgo.

  Venerdì 19/10/2001 - Il Comune della Rufina (FI) ha assegnato un riconoscimento importante all'On. Paolo Bartolozzi, cittadino rufinese. Nella sala consiliare, alle 21, il sindaco Annamaria Bigozzi e il presidente del consiglio comunale, Stefano Gamberi, hanno consegnato a Bartolozzi questa bella targa ricordo con i simboli dell'Europa, del comune rufinese e dell'Italia:

Il riconoscimento assume un'importanza del tutto particolare, tenuto conto che è stato voluto da un'amministrazione comunale ad ampia maggioranza di sinistra, la quale ha però dato atto al neo parlamentare europeo di essersi da sempre impegnato per sostenere gli interessi della locale comunità e del comprensorio senza pregiudiziali di ordine politico. Durante l'incontro, avvenuto di fronte a un numeroso pubblico di amici e sostenitori, l'on. Bartolozzi ha invitato l'amministrazione comunale della Rufina e la Comunità della Montagna Fiorentina ad elaborare progetti di sviluppo per il territorio, offrendo il proprio appoggio per sostenerne la realizzazione in tempi rapidi. "E' però importante - ha tenuto a precisare Bartolozzi - che i progetti presentati siano cantierabili, perché l'Europa promuove e finanzia proposte concrete, non slanci di fantasia".

In questa rubrica sono esposti gli interventi e le iniziative dell’On. Paolo Bartolozzi.